TanyaHabjouqa

Tomorrow there will be apricots*
Five years in the lives of syrian women in Jordan (2012-2017) Tanya Habjouqa

La crisi in Siria ha devastato un Paese che conoscevo e amavo.

La crisi in Siria ha devastato un Paese che conoscevo e amavo. La stabilità di cui la Siria godeva un tempo era stata ottenuta a caro prezzo. Il dissenso non era tollerato, non c’era libertà di parola né di associazione, e coloro che si opponevano andavano a riempire le famigerate prigioni del regime. Tomorrow There Will Be Apricots nasce dalla terribile situazione attuale, in cui un’oscurità ancora più grande ha avvolto la Siria. Come fotoreporter sono stata spesso incaricata di seguire le ripercussioni del disastro siriano in Giordania. Ma al termine di ogni reportage, quando ogni storia era finita e archiviata, mi rimaneva sempre moltissimo materiale che non rientrava nello scopo di quegli incarichi, ma che doveva essere condiviso e che richiedeva anche un diverso tipo di racconto per essere analizzato in profondità. Dopotutto, molto di quanto ha definito le vite di questi siriani è stata l’assenza, sia in tema di persone che di luoghi. Ma come si può fotografare quello che non c’è? Per vincere queste sfide, nel creare i ritratti ho lavorato in collaborazione con le persone che stavo fotografando per cinque anni. Quindi, questo progetto è tante cose: studio, indagine, documentario, rievocazione, archivio, riflessione e anche seduta spiritica per chi è spinto dal disperato bisogno di resuscitare i morti o di confrontarsi con il passato e i suoi fantasmi. Tomorrow There Will Be Apricots narra questa storia attraverso donne che usano il proprio corpo per raccontare le loro esperienze, occupando attivamente l’isolamento che descrivono. Una narrazione emotiva e investigativa raccontata in tre capitoli distinti della guerra civile siriana. Racconti metaforici fusi in una sintesi di poesie originali, registrazioni intime e filmati, imma- gini fisse e in movimento. Una sezione aggiuntiva, intitolata “Testimonianze”, tratta ciò che è accaduto in vita agli uomini deceduti. Queste protagoniste sono state definite da quegli uomini, ora assenti, e sostituiti da immagini di morti sui cellulari, da schermi televisivi e dall’immaginario di evasione dei film di Bollywood. Unici, intimi, sensuali, orribili. Tutti i nomi sono stati sostituiti da pseudonimi su richiesta degli intervistati, per la loro tutela.
*Proverbio arabo che significa: “Ci crederò quando lo vedrò”. Si usa quando si dubita seriamente che una cosa possa.

© Tanya Habjouqa

Progetto

Tomorrow there will be apricots di Tanya Habjouqaya

Numero foto

31 stampe

Tipo

A colori

Dimensioni

Guarda la scheda tecnica

Allestimento

  • 21 stampe montate su forex in cornice
  • 8 stampe montate al vivo su forex
  • 2 PVC adesivi (da produrre)
  • 3 video da riprodurre in loop su cornice digitale/
    tablet

I materiali testuali vanno stampati a carico dell’organizzazione ospitante. Si provvede all’invio dei testi introduttivi, biografia e didascalie in italiano e in inglese. I PVC adesivi sono da produrre a carico dell’organizzazione ospitante. La dimensione può variare in base allo spazio a disposizione.

Scarica la scheda tecnica