Main Partner

Digital Imaging Partner

11, 12 e 13 LUGLIO 2019

Cerchi consigli per proseguire nella tua ricerca fotografica?
Ti interessa un confronto con professionisti per completare un lavoro?

 

Iscriviti alle letture portfolio di Cortona On The Move per avere la possibilità di confrontarti con photo editor e professionisti nazionali e internazionali.

Approfondisci il tuo lavoro analizzandone i singoli passaggi in un’ottica di miglioramento e crescita, dall’ideazione alla realizzazione, alla diffusione, grazie ai consigli di esperti del settore che ti aiuteranno a capire quali aspetti puoi perfezionare e come muoverti nel mondo fotografico di oggi.

Nel prenotare un incontro, puoi scegliere tra due opzioni in base al tempo che desideri per presentare il tuo lavoro:


– BASIC per un incontro di 20 minuti
– PREMIUM per un incontro di 60 minuti

Peggy Sue Amison
Direttrice artistica, East Wing

Peggy Sue è direttrice artistica di East Wing, una piattaforma dedicata alla fotografia, fondata nel 1956 a Doha, Qatar. E’ anche produttrice, curatrice di mostre, consulente, collaboratrice, redattrice e scrittrice.

Amison è l’ex direttore artistico del Sirius Arts Centre, un centro d’arte multidisciplinare per artisti con programma espositivo in Irlanda; in passato è stata: Tutor per la Parallel European Photo Platform, e membro fondatore del consiglio di amministrazione del Belfast Photo Festival, in Irlanda del Nord. Ha inoltre collaborato con PICTURE BERLIN, una residenza per artisti in Germania.

Peggy Sue è stata invitata come relatore ospite, giurato e recensore a livello internazionale nei principali spazi di incontro per la fotografia e le università. Il suo lavoro di curatrice l’ha portata negli Emirati Arabi Uniti, in Cina, Germania, Danimarca, Polonia e Stati Uniti.

Una rete indispensabile di colleghi professionisti e collaboratori garantisce una forte base  per la pratica curatoriale di Peggy Sue, e le permette di sviluppare sinergie tra gli artisti e importanti canali di distribuzione internazionale.

www.east-wing.org

Elena Boille
Vicedirettrice e photo editor, Internazionale

Elena Boille è vicedirettrice e photo editor di Internazionale, un newsmagazine italiano, nato nel 1993, che pubblica una selezione dei migliori articoli dalla stampa di tutto il mondo. Laureata in storia dell’arte, giornalista, Elena è una delle fondatrici del settimanale. È responsabile del dipartimento fotografico e delle pagine dedicate alla scienza. Ha fatto parte di giurie di premi fotografici, ha tenuto workshop e insegnato photo editing. Vive e lavora a Roma.

È interessata a tutti i tipi di fotografia, ma predilige il fotogiornalismo, la fotografia documentaria, il reportage e il ritratto. Su Internazionale dà spazio anche a lavori più artistici e concettuali.

Pubblica sia fotografi affermati sia emergenti. La sezione Portfolio del giornale – sei pagine di fotografie accompagnate da un breve testo di presentazione – di solito ospita progetti personali, spesso a lungo termine. L’obiettivo è di dare spazio al linguaggio fotografico, in tutte le sue forme, per raccontare storie poco conosciute o che aiutino a capire meglio la realtà, offrendo nuovi punti di vista.

Manila Camarini
Photo editor, DRepubblica

Manila Camarini è nata a Milano nel 1973. Ha iniziato a lavorare come agente fotografico collaborando con le maggiori testate italiane. Photo editor per Panorama Travel Mondadori e Traveller Condè Nast. Nel 2003 diventa giornalista professionista e photo editor a D La Repubblica e dal novembre 2014 responsabile fotografico a D Lui. Partecipa alla giuria di premi fotografici e tiene lezioni di photo editing.

MaryAnn Camilleri
Fondatrice The Magenta Foundation

Fondata nel 2004, la Magenta Foundation è una pionieristica casa editrice canadese senza scopo di lucro, che si occupa di beneficenza. Magenta nasce per offrire opportunità di promozione degli artisti, in un contesto internazionale, attraverso mostre e pubblicazioni diffuse. Mediante la sua variegata programmazione, che include la pubblicazione di libri, una rivista online, il Flash Forward Competition e un programma educativo, e grazie all’ultima aggiunta di una fiera del libro d’arte chiamata /edition Toronto, la fondazione sta abbracciando lo scenario artistico in continua evoluzione, stringendo alleanze più solide con gallerie, curatori e artisti internazionali.

L’ultima novità di Magenta, la produzione di una fiera del libro d’arte, permette di celebrare la stampa in tutte le sue forme, e porta le pubblicazioni in primo piano. Tra i titoli più importanti pubblicati da Magenta ci sono Phantom Shanghai e Tokyo-Yokosuka 1976-1983 di Greg Girard, In Guns We Trust di Jean Francois Bouchard, Self & Others di Aline Smithson, The Watchers di Hailey Morris-Cafiero e i Flash Forward Catalogues, dal 2004 ad oggi.

Conosciuta e rispettata per il suo impegno nel fornire una piattaforma per i talenti emergenti/poco rappresentati e per aumentare il profilo di artisti affermati ma poco documentati, MaryAnn Camilleri è molto richiesta per fornire consulenza e orientamento a privati, aziende e organizzazioni no-profit. E’ sempre alla ricerca di progetti coinvolgenti che possano tradursi bene in una mostra o in una pubblicazione.

Camilleri è interessata a progetti unici e ben sviluppati, dal documentario alla fotografia d’autore, che offrano nuove opportunità di esposizione o pubblicazione.

La sua diversità le permette di fornire una solida consulenza sul lavoro di editing, presentazione e marketing degli artisti. Che i progetti siano compatibili o meno con il mandato editoriale di Magenta, Camilleri è lieta di offrire consigli e incoraggiamento su come portare avanti i progetti di libri e mostre nei modi che meglio si adattano ad un artista. Un consiglio amichevole: non è interessata a visionare nudi artistici o fotografie commerciali d’archivio.

Lucy Conticello
Direttrice della fotografia, M - Le magazine du Monde

Lucy Conticello nasce nel Regno Unito nel 1973.

Lucy ha studiato archeologia, storia dell’arte e fotografia a Roma. Ha poi seguito un corso presso i laboratori Maine Photographic di Rockport, nel Maine, e successivamente ha intrapreso la carriera di fotoreporter, critico, consulente di fotografia a New York, Roma e Parigi. Nel 2011 ha piantato una tenda a Parigi e si è unita a M, la nuova rivista del fine settimana di Le Monde come direttore della fotografia.

Lucy commissiona progetti a fotografi da diversi anni: quello che ama di più è il processo creativo di accoppiare i fotografi con le storie e vedere come le immagini vanno a chiarire gli articoli. In passato ha lavorato per Business Week, The New York Times, l’Espresso, The New York Times, Courrier International, The IHT e agenzie di fotografia come Sipa Press, Magnum Photos e AFP.

È stata membro della giuria per il Prix Photo Levallois, il Foam Paul Huf Award, la Photo Saint Germain, il Festival della Fotografia Etica di Lodi ed è membro del consiglio consultivo di Unseen, la fiera della fotografia di Amsterdam, è docente ospite per l’Istituto superiore di fotografia e comunicazione integrata a Roma e quando possibile partecipa alle letture portfolio.

MaryAnne Golon
Direttrice della fotografia, Washington Post

MaryAnne Golon è direttore della fotografia presso il Washington Post. È un membro di spicco del team dirigenziale che supervisiona tutti gli aspetti della fotografia nelle varie piattaforme.

Golon era già direttore della fotografia presso la rivista Time, e per più di 15 anni ha gestito la sezione fotografica internazionale del settimanale insieme ad altri collaboratori.

Golon ha ricevuto numerosi premi individuali e collettivi per l’editing di immagini, tra i quali ricordiamo quelli assegnati dai concorsi POYi (Pictures of the Year International) e NPPA (National Press Photographer’s Association) Best of Photojournalism. Communication Arts, Society of Publication Designers e American Photography hanno tutti riconosciuto il suo lavoro. È stata inclusa due volte nella lista delle 100 persone più importanti nell’ambito della fotografia, pubblicata dalla rivista American Photo.

Progetti in corso e riconoscimenti

Facoltà e Consiglio di Amministrazione, Workshop Eddie Adams
Facoltà, Laboratorio fotografico Missouri
Facoltà, Photography at the Summit, Jackson Hole
Giurie di nomina e selezione del Wyoming, Visa Pour L’Image, Perpignan, Joop Swaart Masterclass presso France&World Press Photo Foundation.

Formazione

MaryAnne Golon si è laureata presso l’Università della Florida, dove tutt’ora si contraddistingue come prestigiosa ex alumna. Ha ottenuto una borsa di studio in Public Policies e Media Studies presso la Duke University.

Hans Gremmen
Fondatore FW: Books

Hans Gremmen è un graphic designer con sede ad Amsterdam, fondatore della casa editrice Fw:Books.  Ha curato l’edizione di oltre 200 libri di fotografia e ha vinto vari premi per i suoi progetti sperimentali.  

Tra questi, una medaglia d’oro nel miglior design di libri di tutto il mondo (Best Book Design from all over the world Competition). Hans Gremmen ha curato diversi libri e mostre sulla sua ricerca in corso: la visualizzazione e la rappresentazione del paesaggio americano.

www.fw-books.nl

Sandro Iovine
Fondatore FPmag

Sandro Iovine è giornalista e critico fotografico. Dal 1989 al 1998 è stato redattore presso la Editrice Reflex, prima di trasferirsi a Milano dove, dal 1999 al 2014 ha diretto la rivista IL FOTOGRAFO.

Come docente ha insegnato Storia della fotografia a Roma presso lISFCI e, dal 2003 al 2014, Fotogiornalismo e Comunicazione visiva a Milano.

Ha tenuto alcuni Master presso il MIFAV-Università di Tor Vergata (di cui ha condiretto lorgano di stampa F&D) le Università di Bologna, Bergamo, Insubria, Palermo, Pavia, Perugia e Siena. Come giornalista ha collaborato con RAI-Radio 1, RAI-Radio 3, Radio 24 e Radio Svizzera Italiana, Paese Sera, Avvenimenti, Il Giornale di Napoli, Il Manifesto.

Nel 2011 è stato curatore della sezione fotografia di RomaProvinciaCreativa e fa parte del comitato di valutazione allinterno del progetto Eyes in Progress.

Nel 2014 ha fondato con Stefania Biamonti la rivista di cultura dell’immagine FPmag, che attualmente dirige. FPmag, che ha sede a MIlano in via Spartaco 36 ed è edita in italiano ed inglese, è pubblicata solo su web e si propone di sfruttare le caratteristiche del medium per proporre una visione ad ampio spettro della cultura dell’immagine con particolare attenzione alla fotografia. Tra gli obiettivi della rivista c’è quello di scoprire e dare visibilità agli autori emergenti attraverso la pubblicazione di articoli e di portfolio.

Per questo motivo, nell’ambito delle letture portfolio Sandro Iovine si propone di stimolare la riflessione sulla costruzione di una progettualità coerente tanto sotto il profilo formale quanto sotto quello contenutistico, impegnandosi, qualora trovasse lavori già sufficientemente strutturati, a proporre ai relativi autori una pubblicazione su FPmag.

Anais Lopez e Marga Rotteveel
Docking Station

Docking Station è uno spazio dedicato alle storie, una piattaforma fotografica ad Amsterdam.

“Noi crediamo nelle storie. Ci sono storie là fuori che sono importanti e vanno raccontate. A volte tutte queste storie hanno bisogno di un piccolo aiuto per crescere e raggiungere un pubblico ampio e diversificato. Ecco perché, otto volte all’anno, invitiamo uno storyteller visivo (che chiamiamo Docker) a collegarsi (docking, appunto) al nostro vano e a connettersi con la nostra rete creativa. Il nostro network comprende: fotografi, curatori, galleristi, designer, esperti di nuovi media, giornalisti, esperti legati al tema del progetto e molti altri, che aiutano i fotografi a sviluppare la loro storia di impegno sociale”.

Docking Station fornisce una piattaforma per lo sviluppo di storie visive ed è allo stesso tempo un mediatore tra fotografi spazio di lavoro/organizzazioni/aziende e il pubblico. I fondatori e direttori di Docking Station sono Marga Rotteveel e Anaïs López. Sono interessate a visionare materiale fotografico di storytelling.

Nicolas Lozito
Photo editor, Il Messaggero

Nicolas Lozito è giornalista e photo editor. Lavora a Roma per il Messaggero, dove cura la pagina domenicale “Quelli delle foto”, dedicata a interviste con grandi fotografi, e lo spazio sul web “Miniature” dedicato alle immagini. Insegna, poi, Visual storytelling alla Scuola Holden di Torino. In precedenza è stato photo editor de La Stampa, con cui ha vinto un premio all’European Newspaper awards per i suoi lavori con i foto-racconti.

“Lavoro nel campo del fotogiornalismo, della narrazione del reale. Prediligo storie locali e posso contribuire offrendo feedback soprattutto su editing, sequenza narrativa e proposta a giornali e riviste”.

Naima Mancini
Photo editor, Rcs Quotidiani

Naima Mancini è nata a Milano nel 1970, dove si è laureata in Lettere Moderne con una specializzazione in Storia dell’Arte, si occupa da sempre di fotogiornalismo.

Giornalista e photo editor del magazine de La Gazzetta dello Sport SportWeek dal 2012, dove ha lavorato con Giovanna Calvenzi dal 2006 al 2011, e precedentemente del settimanale di news Panorama.

Esperta di produzione e progettazione editoriale e fotografica.

Membro di giurie di premi fotografici italiani ed internazionali, ha partecipato a numerose letture portfolii tra cui Savignano SI Fest, Photoshow Milano, Fotografica Canon, Fo.To e Milano Photo Week.Fa parte del  Grin (Gruppo redattori iconografici nazionale), fondato dai photo editor italiani nel 2002, che organizza incontri, eventi, mostre e il Premio fotografico Amilcare G. Ponchielli.
Vive e lavora a Milano.

Laura Sackett
Direttrice creativa, LensCulture

Laura Sackett è socia e direttore creativo di LensCulture, una delle principali comunità online volte a scoprire e promuovere il meglio della fotografia a livello mondiale. Ha portato avanti tutti gli aspetti della progettazione, tra cui marchio, il sito web, la stampa, le comunicazioni, le proiezioni e le mostre.

Oltre a occuparsi della direzione creativa per LensCulture, ha anche co-curato le gallerie online e le mostre di LensCulture. Inoltre collabora spesso con Portfolio Reviews in qualità di critica. Laura è anche fotografa. Tra i suoi progetti recenti troviamo ritratti digitali realizzati senza apparecchio fotografico, ed esperimenti con iPhonography.

Laura è un membro fondatore del comitato di PhotoAlliance, e ha conseguito un master in fotografia presso il California College of the Arts. Attualmente vive a Berkeley, in California.

Giulia Ticozzi
Photo editor, La Repubblica

Giulia Ticozzi è una fotografa e photo-editor che vive e lavora tra Milano e Roma.Ha esposto i propri progetti fotografici in diversi Musei e sedi istituzionali, incluso MUFOCO, Museo di Fotografia Contemporanea, la Soprintendenza ai beni Culturali della Regione Emilia Romagna, Careof e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo a Torino.Ha lavorato come assistente per Francesco Jodice e editor per giornali com Il Post e La Stampa.

Adesso insegna storia della fotografia alla scuola CFP Bauer, collabora a progetti di ricerca come Borderlands e la Terza Isola e lavora come photo-editor per il quotidiano La Repubblica.

Andreas Trampe
Direttore della fotografia, Stern magazine

Dopo il college, Andreas Trampe (56 anni) ha esordito come apprendista fotografico, e poi ha lavorato per sette anni come fotoreporter per quotidiani e diverse riviste (tra cui Bunte e Bild am Sonntag).

Dal 1991 al 1996 è stato a capo del reparto fotografico di Bild am Sonntag, e nel 1996 ha iniziato a lavorare presso la rivista Stern. E’ stato dapprima nominato vice direttore del reparto fotografico, poi dal 2000 al 2019 è stato direttore della fotografia di Stern. Dal febbraio 2019 lavora come editor fotografico per la rivista.

James Wellford
Senior photo editor, Global Issues National Geographic

James Wellford è attualmente Senior Photo Editor della serie Global Issues presso National Geographic a Washington, DC. Nel corso della sua carriera è stato direttore editoriale di Visura e photo editor di Foreign Policy, CNN e Smithsonian Journeys; per 12 anni è stato International Photo Editor di Newsweek. Oltre ad essere un esperto narratore visivo, giornalista e produttore, James è anche educatore, oratore e mentore internazionale per giovani fotografi emergenti e giornalisti visivi.

Ha fatto parte della giuria del Magnum Emergency Fund, del Tim Hetherington Trust Award, del PhotoPhilanthropy Awards, del Visa Pour L’image, dell’Aperture Paris PhotoBook Award e dell’Overseas Press Club, ed è stato membro del World Press Masterclass 2012 ad Amsterdam. Fa parte del comitato consultivo del Photobook Museum e del Social Documentary Network ed è co-fondatore di ScreenProjects, un’organizzazione che si occupa della creazione, del supporto e della realizzazione di storie visive e narrative di forte impatto, in tutto il mondo.