JacobAueSobol

Arrivi e partenze

È stato un viaggio che ho sempre voluto intraprendere: il percorso leggendario lungo la linea ferroviaria Transiberiana.

L’idea del progetto consisteva nel conoscere gente sul treno e creare storie personali all’interno degli scompartimenti. Ma una volta salito su questo treno-fantasma, ho dovuto cambiare idea. Il lavoro personale dovette allora nascere dai miei incontri con la gente nelle città, mentre il treno diventò il filo rosso di connessione tra Mosca, Ulan Bator e Pechino. L’esperienza più intensa l’ho avuta in Mongolia, quando mi sono imbattuto in un gruppo di cacciatori mongoli, i quali mi hanno portato con loro in un viaggio attraverso le montagne che circondano Ulan Bator. Ho provato il desiderio di mettere la macchina fotografica su uno scaffale, e prendere in mano il fucile. Ogni volta che inizio un nuovo progetto, comincio scattando a colori. Se non posso connettermi emotivamente con le mie immagini, allora non vanno bene. Quindi, ritorno sempre al bianco e nero. Sento come se le mie immagini non fossero legate ad una specifica localizzazione o tempo. Sono le immagini che creano il loro universo. Ammiro tutte quelle persone a cui scatto le foto, perché mettono loro stesse in una posizione molto vulnerabile. Loro si fidano di me, ed è importante per me che esista una reciproca intesa in questo.

Jacob-Aue-Sobol Arrivals And Departures

Progetto

Arrivi e partenze di Jacob Aue Sobol

Numero foto

37 stampe

Tipo

Bianco e Nero

Dimensioni

Guarda la scheda tecnica

Allestimento

36 fotografie sono stampate su carta Canson Platine Rag 310 gr e montate su Dibond.
I pannelli introduttivo, della bio e del titolo (che si trovano in appendice), di cui viene fornito il testo in inglese e in italiano, se del caso, vanno stampati ogni volta a proprio carico.
1 fotografia cm (143 x 200) è stampata su plexyglass.
I pannelli introduttivo, della bio e del titolo (che si trovano in appendice), di cui vengono forniti il testo in inglese e in italiano, se del caso, vanno stampati ogni volta a proprio carico.

Scarica la scheda tecnica