©Silvia Amodio

Silvia Amodio

L’arte del ritratto

Curata da Roberto Mutti

Dall’archivio fotografico della Fondazione 3M

I ritratti di Silvia Amodio non sono mai casuali, ma frutto di una sapiente regia e di scelte attente della fotografa. Che abbia davanti persone affette da albinismo o denutrite in Burkina Faso, che stia ritraendo bambini al lavoro in Perù o dei cani con i loro padroni, Amodio sa benissimo che il ritratto non è solo la raffigurazione del soggetto ripreso ma è anche la traccia del fotografo che lo ha realizzato.

Facendoli posare in modo che si staglino su uno sfondo neutro, la fotografa chiede ai suoi soggetti semplicemente di essere se stessi, di osservarla mentre li ritrae con la stessa naturale curiosità con cui ci si rapporta, in un confronto silenzioso, con una persona che ci interessa.

La serie di ritratti esposta a Cortona, proveniente dalla collezione della Fondazione 3M e curata da Roberto Mutti, risalta la spiccata sensibilità estetica e l’altrettanto intenso convincimento etico che Amodio mette nel suo lavoro.

Silvia Amodio (1968, Milano, Italia) è giornalista, fotografa e documentarista.

©Silvia Amodio

©2017 Cortona On The Move, vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti.

Developed by:  Next 2.0 Above The Line